JACOB ROOS detto “ROSA DA NAPOLI”
(Roma 1682 – Napoli 1730)
e PHILIPP PETER ROSS detto “ROSA DA TIVOLI”
(Francoforte sul Meno 1657 – Roma 1706)

Dettagli

  • Autore:  Jacob Roos detto “Rosa da Napoli” (Roma 1682 – Napoli 1730)
    e Philipp Peter Roos detto “Rosa da Tivoli” (Francoforte sul Meno 1657 – Roma 1706)

  • Tecnica: Coppia di olii su tela cm 102 x 129, con cornice antica Salvator Rosa in legno dorato 

Perizia scritta del Proff. Giancarlo Sestieri di Roma

Jacob Roos e’ uno dei migliori pittori animalier attivi a Napoli all’inizio del Settecento. La nostra opera rivela la sua valenza estetica e sensibilita’ partecipe di quel paesismo di genere rococo’ per la moderna atmosfera, rasserenata e arcadica. Jacob e’ primogenito di Philip Peter Roos.(G. Bocchi – U.Bocchi, Viadana, pp. 277 – 280, f. JR.1) e partecipe della bottega il cui capostipite fu Johann Henrich Roos. Nato a Roma, apprese l’arte dal padre (documentato in Italia dal 1680) e fu influenzato dal gusto paesistico capitolino, secondo un percorso affine a quello svolto dal Brandi, che il De Dominici dice presente nella Citta’ Eterna in giovane eta’ (B. De Dominici, Vite de’ pittori.. napoletani, Napoli 1742, III, pp. 560-65). Ancora scarno e’ il catalogo dell’artista, le cui opere rivelano un raffinato gusto narrativo, con modulati effetti di luce e una stesura corposa e cromaticamente vivace. 

Roos Philipp Peter, detto Rosa da Tivoli. – Pittore (Francoforte sul Meno 1655 o 1657 – Roma 1706), figlio e allievo di Johann Heinrich. Nel 1677 partì per Roma, dove fu allievo di G. Brandi, di cui sposò la figlia nel 1681; si stabilì poi a Tivoli. Fu attivissimo soprattutto come pittore di animali, ripresi in primo piano su sfondi paesistici ed eseguiti con colore ricco e intensi effetti luministici. Opere in numerosi musei (Firenze, Uffizi; Madrid, Prado; Kassel, Hessisches Landesmuseum; Dresda, Gemäldegalerie).

Richiedi Informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

captcha

OPERE CORRELATE